Calendario che salva la vita, a villa Wenner .

Calendario fatto di bellezza, storia e amore. A villa Wenner si può
Metti una sera di primavera a teatro, un avvocato con la passione della fotografia, un’associazione già da tempo presente nella lotta alle malattie oncologiche femminili Noi Donne Soprattutto con la sua presidente Veronica Carratù, persona dal carisma eccezionale, e si parte per l’obiettivo: realizzare un calendario di beneficenza finalizzato all’acquisto di poltrone per chemioterapia oncologica all’ospedale cittadino.
Come proprio Veronica ci ha precisato, Noi donne soprattutto è nata da pazienti con malattie oncologiche per sostenere tutte le esigenze e i bisogni delle donne che affrontano questo duro percorso. Prima esigenza fra tutte, rielaborazione del progetto di vita. Infatti, oltre l’esigenza dell’accompagnamento nei vari step diagnostici, pratici, c’è l’esigenza di rimanere in un contesto sociale nella normalità e non isolati.
Donne per le donne.
L’idea del calendario di beneficenza è nata col nostro amico Alfonso Lenza, avvocato di professione e fin da ragazzo fotografo per passione. Fantastica la Carratù che ricorda il giorno e l’ora in cui si è partorito l’intendimento: ”La sera del 31 maggio 2019 a Mercato San Severino andava in scena il Gobbo di Notre Dame, spettacolo di beneficenza devoluto all’associazione nell’ambito del programma Teatro sociale. Alla domanda di una giornalista su quali fossero i prossimi obiettivi, non ci ho pensato due volte, dopo le quattro poltrone per la terapia oncologica donate da Confindustria giovani, era ora di provvedere ad un’altra.” Il ricavato della vendita del calendario servirà a tale scopo.
Dove farlo?
A Villa Wenner, naturalmente. Tre donne, le sorelle Scarpa, da sempre attente a quanto avviene al difuori del loro bel mondo incantato di alberi, giardino, bella dimora, hanno aperto gratuitamente la loro casa e detto un sì incondizionato.
Attenzione alla realtà e alla sofferenza che può toccare chiunque.
Scenario perfetto per fotografie di un calendario.
Come realizzarlo, con chi?
Donne che aiutano gratuitamente donne, si mostrano nella loro migliore versione per sostenere altre donne. Read More

Anno nuovo a villa Wenner: Vienna? forse

Anno nuovo votato alla valorizzazione, alla bellezza e all’amicizia a villa Wenner.
81457932_2084069441695503_8141772273834000384_nLa famiglia Scarpa ha deciso quest’anno di cominciare il 2020 con gli amici della Società di Danza Salerno e Roma, con Il Contrapasso, dando un ballo all’insegna della belle époque primi 900, con un repertorio che ha percorso vari secoli, passando dai valzer classici di s. Silvestro per arrivare ai giorni nostri .
L’atmosfera familiare e di amicizia è stata garantita, insieme ad eleganza e musica da sogno, con la magistrale direzione di Raffaella Lembo, impeccabile maestra di ballo nonché amica carissima delle sorelle Scarpa, proprietarie della dimora con la fortuna di poter risiedere e vivere in tale luogo magico.81433394_988790621498067_7264740617710731264_n
La danza in particolare è chiara manifestazione delle diverse realtà culturali che nel corso del tempo si sono evolute, diversificate e stratificate; possiamo quindi considerarla come il prodotto di molteplici fattori socio-culturali che identificano un luogo, un tempo, un ambiente preciso.
Ed a proposito di luogo, tempo ed ambiente, Il 31 dicembre scorso il salone di villa Wenner sembrava proprio nato a tale scopo, ballare.
La Società di Danza ha come obiettivo quello di rinsaldare il legame con le radici culturali del ballo in Europa trasmettendone le peculiarità storiche, sociali e tecniche, ricreando l’atmosfera allegra e gioiosa dei balli di società.
Quale contesto migliore di villa Wenner?
Villa altoborghese sorta nella seconda metà dell’Ottocento per volontà di imprenditori svizzeri, è infatti una dimora storica orgoglio della Campania per sue antiche vestigia mitteleuropee.
Se, come diciamo sempre, un luogo è di chi lo ama, anche in quest’occasione passione e amore erano presenti in abbondanza.
Serata perfetta e molto suggestiva, che sarà preludio di un nuovo tempo e di una rinascenza di cultura e legami umani, sociali.
Vogliamo ancora sottolineare che danza, storia e cultura sono legate, intrecciate.
La famiglia Scarpa da decenni ormai si impegna per far vivere e valorizzare casa propria, villa Wenner, come una casa storica con coerenza e stile, consapevole di essere con essa parte fondamentale del territorio in cui si trova.
Le sorelle Lembo, Lella e Cristina, hanno una passione più che contagiosa per le danze rievocatrici di tempi gloriosi.
Con loro, dal Gattopardo, o da Vienna…. a villa Wenner, il passo (di danza) è breve!81407430_2684921341588944_7971797109143764992_n

La vita comincia a sessant’anni a villa Wenner

53730297_10216119038506514_5567487855795634176_nLa vita può cominciare a sessant’anni, e se si festeggia questo traguardo /punto di partenza in una dimora storica, è meglio.
La prova? Ecco in arrivo per voi la piccola grande storia gioiosa ed elegantissima del compleanno dell’architetto Nicola Pellegrino.
E allora? Direte voi, che sarà mai? Sempre di una festa trattasi.
In realtà c’è molto di più.
C’è la storia dell’incontro di noi proprietarie con una squisitissima persona, tanto per cominciare.
Il gancio era stata la nipote, che aveva amicizie comuni e che conosceva il posto.
DSCN2903Le scelte fatte, dalla musica, al rinfresco, all’intrattenimento, hanno immediatamente evidenziato stile impeccabile e contestualizzazione perfetta.DSCN2905DSCN2913
Probabilmente un progetto già delineato nell’anima e nel cuore di Nicola, che doveva prendere solo concretezza.
Che dire poi dello sguardo culturalmente consapevole del valore del posto – cosa sempre gratificante – e della naturale inclinazione per il bello.
E cosa ancora? Il recupero del paravento antico con intarsi in madreperla della nostra nonna – ad esempio – Collocato per l’occasione, su consiglio del festeggiato, finalmente in una cornice che merita! Read More

Diciotto anni nel 2018, a villa Wenner.

Diciotto anni nel 2018, a villa Wenner. I diciottenni dell’anno appena finito. DSCN2470Posiamo con certezza identificare una vera e propria generazione. Amano location antiche e prestigiose. Per loro, il diciottesimo compleanno è un momento importante, un debutto in società, come ai vecchi tempi.46441155_10216466480648962_1407289710056833024_n
Ma vecchi non sono questi ragazzi. Conoscendoli bene si avverte qualcosa di particolare.40467977_2089990911247540_8803269762235760640_n
Forza e positività misteriosa, che va oltre l’essere semplicemente “giovani”. Forse il tutto deriva dal fatto che sono nati fuori dalle brutture del Novecento o forse. .. chi lo sa.
Ricordate nel marzo scorso la marcia su Washington di più di ottocentomila ragazzi del movimento Never Again per dire no alle armi nelle scuole? questo è lo spirito che li muove.
Maturità da vendere, seri ma non pesanti. Guardano al futuro già consapevoli che tutto può cambiare, ma che qualcosa di bello, le tracce fondamentali da seguire quelle no, non cambieranno mai.
Ascoltano i Symphoniacs, Arianna Grande, vogliono buoni risultati a scuola e sono competitivi, sanno anche fare squadra quando serve. Ascoltano, ascoltano tanto e si fanno guidare, ma quando hanno un’idea chiara… nessuno li smuove.
A volte sembrano solo assecondarti, ed è lì che devi lasciare spazio e far sì chi spicchino il volo.
Dicono che sembrano tutti uguali, che tendono a crearsi immagini simili tra loro. Forse è solo chi li guarda dall’esterno che commette l’errore di etichettarli, travisandone l’immagine.
Qui ne abbiamo conosciuti tanti quest’anno che hanno festeggiato il loro compleanno o che sono venuti invitati da amici.DSCN2823
Si comportano e fanno le loro scelte in modo consapevole, con il desiderio della convivialità e della condivisione con amici e parenti anche di età diverse, In barba agli stereotipi di musica assordante, dipendenza tecnologica e logiche da braco. Alle loro feste non manca mai il video, vogliono già cercare qualcosa di memorabile nella giovane storia della loro vita. Come per dire: la relazione umana e l’affettività prima.28701291_10213754108599175_205901574525169830_o
Dunque, i diciottenni 2018 a villa Wenner, noi li abbiamo conosciuti così.DSCN2463DSCN2713

Villa Wenner location per eventi, vocazione esclusiva

Eventi a villa Wenner. Nella prestigiosa location, splendide foto autunnali del fotografo Vincenzo Alfano per descrivere una vera e propria vocazione.42092533_2225371477739852_7123458686416060416_o AUT1
La famiglia Scarpa da tempo ormai ha scelto la forma della locazione temporanea per dare la possibilità di vivere in un luogo esclusivo e veramente prestigioso i momenti, le occasioni più speciali della vita.
In questo modo un luogo diventa veramente di chi lo ama: chi vive l’evento, lo architetta da padrone secondo i propri gusti e la propria sensibilità, dando una concreta possibilità ad un luogo storico di vivere e reggersi.41948711_2225372497739750_6919145996928679936_o
Oltretutto, chi ha la responsabilità e la proprietà del sito può intervenire in qualsiasi momento per manutenzioni e miglioramenti. E’ la modalità migliore adottata ormai da numerose dimore storiche in Italia e all’estero.
Senza ritornare sui royal wedding, i più famosi castelli d’Europa adottano questa formula.42165843_2225372557739744_564668868052647936_o
Ormai è di tendenza sposarsi anche in antichi musei e librerie storiche.
E allora, perché mai storia, cultura, pregio artistico non dovrebbero coniugarsi in modo armonioso e sostenibile con il concetto di festeggiare e celebrare?
Anzi, sembra proprio che i due aspetti vadano a braccetto con una coerenza sorprendente
Affittare location per eventi è quindi un sistema virtuoso e produttivo.
Feste? Cerimonie? Matrimoni? Non solo.
Foto, cinema… Perché no?
A villa Wenner ad esempio, sono già stati girati cortometraggi, video musicali e sono stati realizzati shooting fotografici.
Quando poi si pensa a cosa chiedere alla location per un matrimonio o per qualsiasi altro tipo di cerimonia,
è bene pensare a qualcosa che completi ed incornici al meglio i nostri desideri rendendoci padroni.42194269_2225371784406488_3858311178040115200_o
Perché un luogo come ormai diciamo spesso è di chi lo ama, e non crediamo che solo Pippa Middelton debba sentirsi a casa il giorno più bello della sua vita.
Sposarsi o festeggiare a villa Wenner è un po’ come farlo a casa vostra, e la vostra felicità è la nostra.